Archives

Bello e bravo

Questa volta parliamo del bell’Antonio, da due anni ct della nazionale femminile di calcio. In una recente intervista su La27Ora, a proposito del calcio femminile considerato sport minore, ha risposto così:

Perché siamo un paese maschilista, dove vale di più qualsiasi bravata di Balotelli piuttosto che l’impresa che stiamo cercando di realizzare. Mancano la determinazione delle istituzioni, la continuità sui giornali e in tv, una buona operazione di marketing, stile volley.

La numero uno

Mi capita raramente, ma quando accade è sempre bene parlarne.

Oggi il Corriere della Sera pubblica un pezzo sulla nomina di Mia Hamm, ex calciatrice americana, nel cda della Roma.

Un bel pezzo, senza ammiccamenti, senza quella necessità – quando si parla di donne e sport – di aggiungere ai meriti sportivi elementi legati alla bellezza o alla sensualità.